Ecce Homo – Ragusa

pe. giovanni, fidei donum

Mons. Rosario Sgarioto nella memoria orante della Comunità

1003802_10202218439135176_6907473_n

**************

Nella Celebrazione Eucaristica della sera è stato ricordato ieri Mons. Rosario Sgarioto che il Signore volle chiamare a se il 20 gennaio 1987.  P. Rosario Sgarioto era nato in Via Umberto Maddalena il 29 aprile del 1932. Al fonte battesimale della chiesa parrocchiale dell’ Ecce Homo, l’8 maggio, è avvenuta la sua consacrazione nello Spirito Santo accostandosi al banchetto Eucaristico nel giorno del compimento dei suoi primi 5 anni: il 29 aprile del 1937 e la Cresima il 20 aprile del 1941.

Una traiettoria spirituale che lo vedrà da lì in avanti partecipe nelle attività religiose presso  la chiesa dell’Angelo tanto da essere chiamato “Saruzzu ri l’Angilu”. Sarà padre Peppino Licitra che lo orienterà spiritualmente e anche sostenendolo nella preparazione culturale, ad entrare nel seminario di Siracusa il 14 ottobre del 1949.

L’Ordinazione diaconale p. Rosario la riceverà il 19 marzo del 1956 e solo tre mesi dopo sarà sacerdote: 29 giugno 1956.

Il 1 luglio p. Rosario celebra la sua prima messa nella chiesa dell’Ecce Homo, messa solenne e piena di emozioni circondato da familiari, amici, conoscenti. Messa solenne all’altare maggiore come era costume prima della riforma liturgica conciliare. Una documentazione fotografica mette in distacco l’inizio della Celebrazione, il predicatore, professore e amico mons. Sebastiano Gozzo che dal monumentale pulpito presenta il panegirico sul sacerdozio , la Consacrazione, la Comunione ai fedeli e come chicca finale le parole di ringraziamento dette da p. Rosario da poco dietro la balaustra artistica in ferro battuto che delimitava il presbiterio.

Ieri presiedendo la celebrazione ho voluto ricordare, leggendo alcuni brani pubblicati da Mons. Pasqualino Magnano nel volume “Lavoratori nella vigna del Signore/2” alle pagine 239-241, quelle parole di gratitudine, di gioia, di commozione che segnarono l’inizio della missione sacerdotale di p. Rosario.

1604668_10202219901011722_1618630180_n

Nella stessa chiesa, nello stesso presbiterio 57 anni dopo…. condividendo con la Comunità dell’Ecce Homo anche l’esperienza di una amicizia e vera fraternità sacerdotale che mi ha unito a don Rosario fin dall’anno del diaconato svolto proprio nella parrocchia delle Grazie, “a Razia” a Comiso dove lui era parroco. Il diaconato fino all’ordinazione sacerdotale.  79-80 furono gli anni della nascita del TLC in Sicilia che ebbe in padre Rosario il fondatore e apostolo itinerante a Palermo, a Patti, Tortorici, Paternò… ma principalmente nella diocesi di Ragusa.

La memoria di Don Rosario ci ha aiutato a contemplare l’opera di Dio, della missione di Cristo Gesù che continua nell’oggi della storia, della chiesa . Vivendo la Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani riscopriamo in Mons. Rosario Sgarioto l’offerta del suo ministero sacerdotale per l’Unità della Chiesa…. “sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine.” Giovanni 13,1 … Don Rosario come abbiamo scritto sopra è stato chiamato al cielo il 20 gennaio in piena Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, mentre in parrocchia alla Grazia a Comiso i fedeli erano in Adorazione Eucaristica vivendo il Quarant’ore fondato da Don Rosario. Il 14 gennaio prima di andare in sala operatoria aveva scritto, quasi testamento, le ultime righe nel suo diario spirituale: “Offro tutto, Signore mio, in modo particolare per l’unità nell’amore dei miei confratelli presbiteri, fra noi e il vescovo che lo Spirito Santo ha posto ad essere guida della Chiesa di Ragusa. Di questa testimonianza ha bisogno il popolo di Dio e anche i lontani e gli indifferenti”.

P. Giovanni Battaglia, sacerdote Fidei Donum in Brasile, attualmente parroco nella diocesi di Ragusa

59912_10202219886211352_666112294_n

settimana-preghiera-2014

Annunci

I commenti sono chiusi.