Ecce Homo – Ragusa

pe. giovanni, fidei donum

Destinazione Cile

A Verona nel centro CUM (Centro
Unitario Missionario) della fondazione Missio,
Organo Pastorale della CEI, si è svolto da
giorno 8 settembre al 12 ottobre 2013 il 97°
corso di preparazione alla missione per
America Latina e Caraibi, il 67° corso Africa
e Madagascar, al quale hanno partecipato
43 corsisti tra laici, Preti, religiosi, religiose e
famiglie; di questi alcuni destinati alla
missione in America Latina e altri in Africa.
In questo periodo di 5 settimane (noi
Salvatore e Angela) abbiamo vissuto un’
esperienza residenziale di formazione molto
intensa, come famiglia missionaria prossima
alla partenza per Cile. In Cile si andrà a
cooperare con la Chiesa locale della
Diocesi di Copiapo in un servizio
principalmente di pastorale familiare, inseriti
nei Villaggi di periferia, questo in
collaborazione con i frati minori conventuali
della Provincia di Padova che sono presenti
in questa terra sud americana, oggi come
Delegazione Provinciale del Cile OFMConv.,
da 18 anni. Durante questo tempo, per noi
diretti in Cile, di particolare importanza è
stata la conoscenza di Fra Fabio e Fra
Emilan, i quali partiranno anch’essi per la
prima esperienza di missione in Cile.
Una delle maggiori ricchezze che il corso ha
offerto, è stata la condivisione della
chiamata missionaria con tutti i corsisti, in
cui riscoprire quel “si” alla missione, la cui
provenienza dalle diverse parti del mondo
verso una terra diversa da quella in cui
hanno vissuto. Ciò permette di mettere in
chiaro le proprie speranze, le proprie paure,
ma soprattutto permette di assumere
consapevolezza dell’ andare in missione,
verso una storia diversa dalla nostra, verso
un’umanità da conoscere, verso una
Chiesa sorella, con degli strumenti per
vivere e far vivere la fede.

Dal punto di vista formativo, è stato
fondamentale l’esperienza di vita
missionaria dei relatori, ciò permette un
contatto più ravvicinato con la realtà che
va a conciliare e completa la teoria e i
racconti storico culturali trattati. Inoltre, la
partecipazione alla liturgia del Giorno, la
condivisione e la convivialità fraterna sono
stati momenti per stare in relazione con
l’altro nella diversità e nell’uguaglianza
dell’essere fratelli e missionari di Gesù
Cristo, il quale ci ha fatto respirare la sua
presenza in mezzo a noi.
Possiamo dire che la partenza in missione
comprende, oltre a quanto viene detto,
l’umiltà e la piena disponibilità ad essere
quanto più docili all’azione dello Spirito
Santo che sospinge ad uscire dalle propr
ie certezze, per mettersi ancora in
cammino di crescita umana e spirituale.

Salvatore e Angela Macca
Fraternità di Vittoria (RG)

http://www.ofssardegna.it/sites/default/files/archivio/NL-CEMI-2.pdf

Annunci

I commenti sono chiusi.