Ecce Homo – Ragusa

pe. giovanni, fidei donum


Festa Madonna del Rosario 2013 – Beata perché hai creduto !

13 Ottobre 2013   –  Anno della Fede

Carissimi Amici Siamo lieti di condividere la nostra gioia e gratitudine alla Madre di Gesù e nostra in concomitanza con l’evento Mariano mondiale dell’Anno della Fede 12-13 Ottobre.

Vivendo l’ottobre missionario accogliamo l’invito di Papa Francesco: “Ciascuna comunità è quindi interpellata e invitata a fare proprio il mandato affidato da Gesù agli Apostoli di essere suoi «testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino ai confini della terra» (At 1,8), non come un aspetto secondario della vita cristiana, ma come un aspetto essenziale: tutti siamo inviati sulle strade del mondo per camminare con i fratelli, professando e testimoniando la nostra fede in Cristo e facendoci annunciatori del suo Vangelo. Invito i Vescovi, i Presbiteri, i Consigli presbiterali e pastorali, ogni persona e gruppo responsabile nella Chiesa a dare rilievo alla dimensione missionaria nei programmi pastorali e formativi, sentendo che il proprio impegno apostolico non è completo se non contiene il proposito di “rendere testimonianza a Cristo di fronte alle nazioni”, di fronte a tutti i popoli.“  (Messaggio per la GMM2013).

La Vergine SS. Interceda per  tutti la benedizione del Signore e le grazie necessarie perché possiamo essere fedeli discepoli e missionari di Gesù sulle strade del mondo. –

I vostri sacerdoti

002_2 - Copia

PROGRAMMA 2013

Novenario 4-12 ottobre SS. Messe alle 9 e alle 19 18,15 S. Rosario cantato  e Coroncina alla Madonna del Rosario.

  • Venerdì 4 S. Francesco d’Assisi. Giornata dell’ecologia – Iniziativa ecologica dei ragazzi del catechismo e Agesci al Santuario Madonna delle Grazie. Ore 16 partenza da Piazza Solferino Ore 18 Suono a festa delle campane, apertura dei festeggiamenti, apertura della Pesca – Ore 18,15 Santo Rosario Missionario – Ore 19 S. Messa presieduta da Don Mauro Nicosia e animata dalla Comunità parrocchiale Madonna di Portosalvo di Marina di Ragusa. – Benedizione del Frumento – Ore 20 Adorazione Eucaristica Missionaria
  • Sabato 5 Giornata dei Missionari Iblei – 19 Celebrazione della Messa presieduta da don Giovanni Nobile e animata dalla Comunità parrocchiale S. Maria La Nova di Chiaramonte Gulfi.
  • Domenica 6 Giornata della Famiglia.

9   S. Messa presieduta da Don Carmelo Leggio. 11 S. Messa e Supplica alla Madonna del Rosario di Pompei. 16-18 Incontro delle Famiglie (spazio per i bambini) sul tema: Il segreto di stare bene insieme. 19,30 Messa presieduta da don Romolo Taddei e animata dalle famiglie.

  • Lunedì 7 Festa della Madonna del Rosario. 19 Messa presieduta da don Carmelo Leggio nel XXV di parrocato e animata dalla Comunità parrocchiale. Benedizione dei Rosari Missionari.
  • Martedì 8 Giornata della vita nascente. Benedizione delle donne in gravidanza e visita nel reparto di pediatria. 19 Messa presieduta da P. Santo Sessa, carmelitano
  • Mercoledì 9 Giornata della carità . 19 Messa presieduta da don Giuseppe Cabibbo e animata dalla Comunità parrocchiale SS. Annunziata di Comiso.

20 3° Rassegna dei Cori Parrocchiali sul tema “Beata perché hai creduto”

  • Triduo  di predicazione dal 10 al 12 con la presenza di P. Giuseppe Damigella,                                                                     domenicano della Comunità di Catania e teologo “Mariano”.
  • Giovedì 10 Giornata vocazionale

4 Gara Podistica del Labirinto in notturna (ore 20 da Piazza Solferino )

  • Venerdì 11 Giornata dell’Ammalato e dell’Anziano con S. Messa alle ore 16 (amministrazione dell’unzione degli infermi) e alle 19.

20,30 La Compagnia “Gli Amici di sempre” presenterà “chi manicomiu” di Pippo Barone, commedia dialettale in 3 atti.

  • Sabato 12 Giornata dell’incontro e del dialogo.
  • 20,30 Serata musicale con “New Pentagramm Horchestra” . Durante la serata gara di ballo tra i partecipanti.

Domenica 13 ottobre –

Festa esterna della Madonna del Rosario

9 – 11 SS. Messe

9,30 “Risveglio Mariano “ – Il Corpo Bandistico  Città di Chiaramonte Gulfi, percorrendo le strade del quartiere, annuncerà il giorno di Festa con l’esecuzione di gioiosi brani musicali; sarà accompagnato dai membri del Comitato Festeggiamenti e dai ragazzi dell’Oratorio e del Catechismo, per la raccolta delle offerte per la festa o di generi alimentari per i poveri.

17 Giro del Corpo Bandistico Scarlatti, Città di Chiaramonte Gulfi, per le principali vie del quartiere

18 S. Messa

19 Solenne processione con il simulacro della Madonna del Rosario per le seguenti vie: Piazza SS. Ecce Homo, Via SS. Ecce Homo, M. Leggio, Corso Italia, Via G. Verga, Solferino, F.lli Belleo, Corso Italia, Via F. Schininà, G.B. Odierna, M. Leggio, SS. Ecce Homo, Minardi, E. Elia, Piazza Solferino –

Al rientro trattenimento pirotecnico

– I fuochi pirotecnici saranno eseguiti dalla ditta “ Elia Fireworks” di Giarratana

– Illuminazione a cura della ditta “ Illuminarte “ di Firullo Massimo di Ragusa

20130424_210513

Annunci


Il figlio della luna

Un film di Gianfranco Albano. Con Lunetta SavinoAntonio MiloPaolo BrigugliaSabrina SirchiaAlessandro Morace.

continua»  Formato Film TV, Drammaticodurata 90 min. – Italia 2006.  Locandina Il figlio della luna
Locandina Il figlio della luna

Solo facendo parlare di lui gli daranno attenzione… a lui e a tutti gli altri nelle sue condizioni… chi sta bene si può stare zitto… chi ha bisogno dell’aiuto dello Stato, delle Istituzioni… deve gridare”: a parlare è Lucia Frisone, la madre di Fulvio, affetto da tetraplegia spastica distonica dalla nascita, ora quarantenne fisico nucleare. Alla storia della loro vita è dedicato il film per la tv realizzato dalla 11 marzo di Matteo Levi con la regia di Gianfranco Albano. Ad interpretare Lucia Frisone, detta “mamma ciclone” sarà Lunetta Savino, mentre Fulvio avrà il volto, a seconda dell’età, di Alessandro Morace e, successivamente, di Paolo Briguglia.
Carmelo e Lucia Frisone, entrambi siciliani, di modesta estrazione e di scarsa cultura – “io tengo solo la quinta elementare” ricorda spesso la signora -, dopo due figlie, Palmira e Pinella, si ritrovano a dover crescere – a causa di insipienza medica al momento del parto – un bimbo affetto da gravissime menomazioni. La madre farà di tutto perché questo figlio, purtroppo leso nel fisico e nel linguaggio, cresca e studi come tutti gli altri coetanei, arrivando addirittura a far modificare una legge che prevedeva per i ricercatori universitari una “sana e robusta costituzione”.
Per studiare e disegnare (le sue altre passioni oltre alla Fisica, sono la poesia e la pittura) Fulvio adopera, con grandi sforzi, una sorta di casco dal quale pende un sottile braccio meccanico, un’evoluzione del primo, artigianale, costruitogli dal padre Carmelo. La madre Lucia, oltre alle tante battaglie per l’educazione, si è sempre mobilitata per la riapertura delle case chiuse, riuscendo intanto a far avere al figlio menomato anche una normale attività sessuale. Ed ha ottenuto dallo stato un’assistenza sociale di ventiquattro ore al giorno. Nessun politico alle spalle, nessun appoggio istituzionale, solo una grande attenzione dei mass media che hanno portato agli onori di cronaca il caso. E tutto ciò, grazie al coraggio, alla forza d’animo e alla tenacia di questa madre, la quale, a sua volta, grazie alle difficoltà del figlio, è cresciuta, ha imparato tante nuove cose, ha tanto viaggiato e ha vissuto esperienze che mai avrebbe immaginato.
Il film racconta questa storia partendo da un viaggio della famiglia a Melbourne, per un convegno scientifico sulla Fisica Nucleare, e ripercorrendo, in flash back, le tappe di questo straordinario percorso umano. Uno sguardo, dalla finestra dell’albergo, alla luna “australiana”, la stessa luna tanto amata e guardata la notte della nascita di Fulvio. Il dramma del parto e la rivelazione della malattia, le umiliazioni ricevute dalla gente comune e dalle istituzioni, gli scoramenti superati, le invenzioni e gli insegnamenti – grazie ad un intuitivo metodo della madre, Fulvio a quattro anni leggeva e, nonostante le diagnosi dei medici, imparò, se non proprio a parlare correttamente, ad articolare dei suoni quasi comprensibili. Le lotte per entrare nelle scuole pubbliche, le prime amicizie e i primi attestati di accettazione e rispetto da parte della società, fino all’attenzione della stampa e al riconoscimento di importanti diritti civili.

http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=56560


Messaggio del Papa in ricordo di Eleonora Cantamessa, morta compiendo “il gesto del buon samaritano”


Il Papa ha espresso la sua “lode a Dio per la testimonianza di carità cristiana” data da Eleonora Cantamessa, ginecologa di 44 anni, uccisa barbaramente domenica scorsa mentre stava soccorrendo un immigrato indiano ferito a sprangate da alcuni connazionali a Chiuduno, in provincia di Bergamo. Gli assalitori hanno investito volontariamente i due col veicolo sul quale viaggiavano, uccidendoli entrambi. In un messaggio inviato al vescovo di Brescia, mons. Luciano Monari – e letto nella parrocchia di Sant’Anna a Brescia durante una Messa di suffragio – Papa Francesco ricorda il servizio gratuito svolto in favore dei più poveri dalla dottoressa, che “ha concluso la sua vita terrena compiendo il gesto del buon samaritano”.

Testo proveniente dalla pagina http://it.radiovaticana.va/news/2013/09/14/messaggio_del_papa_in_ricordo_di_eleonora_cantamessa,_morta_compiendo/it1-728414
del sito Radio Vaticana


La vita è missione

1234323_10201303959393754_997530618_n (1)

Un viaggio attento nel cuore della tua vita. Si tratta di aprire il libro della vita… esso è vicino a noi, dentro di noi. E’ la nostra vita, sì, è proprio lei.La vita è il libro più importante, il libro base. … Ascoltiamo. Cosa ci dice la vita? Cosa ci chiede? (Luigi Mosconi)

1175028_10201303962793839_744389615_n

La vita è un cammino. Se non siamo perfetti, se ci facciamo a poco a poco, allora la vita è un cammino. il senso della vita sta nel camminare… fare passi, avanzare, non solo nel senso fisico, ma in tutto: con la testa, il cuore, i sentimenti, le scelte. Chi non fa della vita un cammino cessa di esistere, nel senso più vero, più esistenziale. (Luigi Mosconi)

20080831