Ecce Homo – Ragusa

pe. giovanni, fidei donum

47ª Settimana Sociale dei Cattolici Italiani

La 47ª Settimana Sociale
dei Cattolici Italiani   versione testuale

Torino, 12 – 15 settembre 2013

La famiglia, speranza e futuro per la società  italiana
Questo è il tema della 47ª Settimana Sociale dei Cattolici Italiani, che si terrà a Torino dal 12 al 15 settembre di quest’anno.
Come afferma la Lettera invito pubblicata l’8 febbraio scorso dal Comitato Scientifico e Organizzatore, «il tema della famiglia intesa come da sempre insegnano l’esperienza umana e giuridica e anche la Chiesa, cioè fondata sul matrimonio di un uomo e di una donna e aperta alla vita è stato scelto nella ferma convinzione che si tratti di un tema centrale per il bene comune del Paese, ricordando che tale tema era già presente nei vari punti dell’agenda proposta alla Settimana Sociale di Reggio Calabria».
Con la pubblicazione del Documento preparatorio può essere utile richiamare l’obiettivo assegnato alle Settimane Sociali: esse «intendono essere un’iniziativa culturale ed ecclesiale di alto profilo, capace di affrontare e se possibile anticipare gli interrogativi e le sfide talvolta radicali poste dall’attuale evoluzione della società. La Chiesa italiana in questo spririto vuole non solo garantirsi uno strumento di ascolto e di ricerca, ma anche offrire ai centri e agli istituti di cultura, agli studiosi e agli operatori sociali, occasioni di confronto e di approfondimento su quel che sta avvenendo e su quel che si deve fare per la crescita globale della società».
I lavori della prossima Settimana Sociale prenderanno avvio con la sessione inaugurale nel pomeriggio del 12 settembre presso il Teatro Regio di Torino e proseguiranno nei giorni successivi nello stesso Teatro salvo per le assemblee tematiche, previste il 13 pomeriggio e il 14 mattina, che si svolgeranno anche in diverse strutture attorno al Teatro. La sessione conclusiva si terrà  il 15 settembre mattina al Teatro.
La partecipazione alla Settimana Sociale è riservata alle delegazioni diocesane e associative.
Annunci

I commenti sono chiusi.